febbraio 15, 2019 0 Comments Uncategorized

E’ tempo di formaggi

E’ TEMPO DI FORMAGGI

L’autunno e l’inverno sono le stagioni migliori per assaporare i formaggi e magari preparare una serata a tema.

Abbinati a miele e confetture, sciolti sulla pasta o proposti come piatti unici, sono tantissimi i modi per degustarli.

Scopri con noi abbinamenti e strumenti da usare.

Varietà di formaggi

Esistono molte varietà di formaggi, che si differenziano a seconda della composizione e del tipo di lavorazione.

Principalmente possono essere suddivisi in: cremosi (mascarpone), a pasta molle (brie), semiduri (provola) e duri (parmigiano).

Ognuno di questi può essere abbinato a determinati cibi: i primi due sono perfetti per essere sciolti sulla pasta e la carne o preparare dolci, mentre gli altri due possono essere accostati a marmellata e confetture o usati nel piatto più goloso di tutti: la fonduta.

Come tagliarli

Il taglio è molto importante per presentare il formaggio in tavola e mantenerne intatto il sapore.

Per non danneggiare la struttura della pasta o della crosta per ognuno va utilizzato l’apposito coltello e soprattutto il giusto metodo.

Alcuni tipi di cremosi (come la crescenza) possono essere tagliati direttamente nella confezione tenendo la carta di copertura con le dita, mentre per altri (ricotta o mascarpone) puoi usare una spatola (nella foto a sinistra il modello di Alexander) o un cucchiaio.

I semiduri vanno affettati a spicchi o fette con coltelli a lama rigida, mentre quelli duri si ‘aprono’ con il tipico coltello a goccia per non alterare la struttura granulare.

Infine, per i formaggi pressati (Asiago, fontina, montasio) è più pratico e preciso il ‘filo da formaggio’.

Per quel che riguarda il metodo, è importante che la lama sia sempre pulita, in modo da evitare di lasciare eventuali residui non consentano un taglio netto degli altri pezzi.

Accessori e ricette

Gli attrezzi immancabili per gli appassionati di questo alimento variano a seconda del piatto che si desidera preparare.

Per presentare il formaggio al naturale non possono mancare in casa accessori quali coltelli, spatole e taglieri (nella foto quello multiaccessoriato di Legnoart) mentre, se hai molti ospiti a cena, puoi preparare una delle ricette da gustare in compagnia: la raclette o la fonduta.

Nella prima un formaggio a pasta dura viene fuso all’interno di una padella apposita (nella foto a sinistra il modello di Legnoart), dove ogni commensale immerge un pezzo di pane (o altro alimento) con una forchetta allungata.

Se invece vuoi preparare una raclette, dovrai dotarti di un accessorio speciale: quello della foto a destra (modello Tefal) è composto da un fornelletto con una piastra di cottura superiore dove cuocere qualsiasi tipo di ingrediente; nella parte inferiore vanno invece inseriti dei tegamini con il formaggio che poi viene colato sulle carni o le verdure.

Autore: Dagmara Bastianelli


Share: