febbraio 15, 2019 0 Comments Uncategorized

Esporre il vino

ESPORRE IL VINO

Se si osserva una bottiglia di vino su un tavolo, a complemento di una tavola ben imbandita, non viene spontaneo pensare che possa all’occorrenza trasformarsi anch’essa in un oggetto d’arredamento…ma ciò può accadere, soprattutto se viene inserita su un valido supporto da esposizione! Stiamo parlando dei portabottiglie, quelle attrezzature che in cucina permettono la conservazione del vino nella posizione ottimale (cioè inclinata, per non far muovere il deposito) dando allo stesso tempo la possibilità di metterne bene in evidenza l’etichetta…La novità è che inediti dinamismi reinterpretano l’idea tradizionale di espositore, e che le bottiglie possono essere inserite in composizioni che a prima vista assomigliano di più ad installazioni d’arte moderna…

Nel supporto ideato da Eva Solo, le bottiglie sono inserite in una composizione geometrica di estrema leggerezza, che dà quasi l’impressione che rimangano sospese nel vuoto. Si tratta di un espositore che si monta assemblando i componenti del set di base (7 elementi in plastica e 24 tiranti in metallo): può assumere la forma che più soddisfa le esigenze individuali ed essere facilmente ingrandito aggiungendo altri set.

I moduli di conservazione, come quelli ideati da Ugenio.it, possono anche seguire linee e geometrie sorprendenti…Il portabottiglie Nero, che può contenere fino a 6 elementi, una volta riempito di bottiglie assume una plasticità singolare. La dinamica sistemazione a “spirale” consente di avere sotto gli occhi le etichette dei vini…da qualsiasi angolazione! E le bottiglie si possono infilare dal collo, come nella foto, o con il collo verso l’alto.

Sembra un gioco ottico e tanto per non smentire l’impressione si chiama…Equilibrino! La barra di legno resta in equilibrio proprio grazie al peso della bottiglia…

Stessa cosa si può dire per Luna, un espositore di grande impatto scenico: spostando avanti o indietro la bottiglia, variando cioè la distribuzione del peso, varia anche la sua inclinazione.

I colori e le forme sono gli elementi che a prima vista portano fuori strada nel modello Cha Cha: infatti sembra un insieme di tante nuvolette colorate questo comodo portabottiglie assemblabile, realizzato in plastica. E’ disponibile in 5 colori e grazie alla possibilità delle combinazioni, può assumere forme e dimensioni varie, adattandosi agli ambienti cucina più giovani e moderni.

Infine, dalla linea più sobria, ma non per questo scontata, il portabottiglie disegnato da Officina de Giorgio. Disposte su un’asse verticale leggermente inclinata, le bottiglie trovano un solido ed elegante supporto in questo Portavino realizzato in acciaio brillante o satinato. La base può essere anch’essa in acciaio oppure in legno, di vari tipi.

ALTRI ARTICOLI CORRELATI:


Share: