novembre 10, 2019 0 Comments Senza categoria

I gesti che rendono pratica la cucina

I GESTI CHE RENDONO PRATICA LA CUCINA

Considera i movimenti che compi mentre sei impegnato a cucinare e scoprirai che a volte non basta raggruppare con logica gli strumenti nelle aree dove li usi di solito: servono espedienti utili a rendere raggiungibile tutto quello che cerchi, senza obbligarti a rovistare all’interno dei cassetti, infilare la testa negli scomparti, svuotare basi e pensili di tutto il contenuto per trovare quello cerchi.

Alcuni moduli con meccanismi ed accessori speciali, possono ottimizzare l’uso della tua cucina, facendoti compiere gesti che fanno guadagnare praticità e, soprattutto, tempo prezioso.

Estrarre

Cioè portar fuori con un solo gesto, facendolo scorrere su guide metalliche, il ripiano interno di basi e pensili, rendendolo interamente visibile.

Ormai quasi tutte le cucine sono dotate di comodi cestelli estraibili, che spesso sostituiscono le classiche basi con anta o la fila di cassetti della cucina tradizionale. Grazie agli accessori interni si possono inoltre “specializzare” in relazione all’area di lavoro presso cui si trovano.

Quelli vicini al lavello, ad esempio, possono contenere i cesti per la raccolta differenziata dei rifiuti, gli accessori per la pulizia, i detersivi, paletta e scopino, spugne, ecc.

Possono ospitare più livelli: quello superiore, vicino al piano cottura, è la sede ideale per un porta posate e coltelli completo, dove ogni accessorio trova la propria collocazione ed è sempre a portata di mano, immediatamente al di sotto del top. Facendolo scorrere indietro, si ha l’accesso al vano inferiore, dedicato a ciotole, pentole e pentolini.

Il meccanismo ad estrazione è vantaggioso anche per la dispensa. Le colonne armadio sono più pratiche se ad ogni tipologia di provvista è riservato un cestello o un cassetto estraibile: non sarai sempre costretto a salire su una scala per raggiungere l’ultimo pacco di pasta in fondo allo scomparto più alto.

Appendere

Togliere quello che ti serve da un gancio e riappenderlo quando non ne hai più bisogno è il gesto più rapido e pratico che puoi compiere in cucina. E’ vicino al piano di lavoro che le barre sottopensile devono offrire più ganci possibile, sia per quello vicino a lavello e piano cottura, sia per quello di un’isola.

In questo caso ci si può munire di un’appendiera (in legno o in metallo), che prende il posto della cappa se l’isola non è attrezzata con il piano cottura.

Vederci chiaro

La luce in cucina non è mai abbastanza. Le zone che di solito sono più penalizzate dalla mancanza di illuminazione sono quelle che ne hanno più bisogno: il piano di lavoro e l’interno degli scomparti. Vederci bene ti permette di muoverti con più disinvoltura all’interno della tua cucina, senza essere costretto a ricordare “a memoria” la collocazione degli utensili o dei cibi in dispensa.

I moderni modelli di cucina includono spesso punti di illuminazione alla base dei pensili (se non fondi luminosi come nel modello della foto) e luci interne. Anche quando non sono previsti, in ogni caso, è sempre consigliabile inserirli, sotto forma di barre luminose sottopensile o faretti interni e lampade.


Share: