dicembre 30, 2019 0 Comments Senza categoria

Voglia di pane fatto in casa

VOGLIA DI PANE FATTO IN CASA

Sarà perché risponde ad un’esigenza sempre più diffusa di vita sana e cibo naturale. O perché in questo modo si riscoprono azioni domestiche dimenticate che una volta erano quasi quotidiane. Fatto sta che il pane fatto in casa è uno sfizio che conquista sempre di più, anche grazie alle innumerevoli varianti che si possono realizzare, per divertirsi in casa con la propria famiglia.

Lieviti ed umidità

Realizzare un pane di buona qualità però non è così facile come può sembrare ad un profano del settore. La semplicità degli ingredienti non deve trarre in inganno: oltre a materia prima di qualità, ovviamente, vanno considerati diversi elementi e rispettati delicati passaggi nel corso della preparazione.

Fra gli ingredienti, ad esempio, un ruolo essenziale è giocato dal tipo di lievito utilizzato, che può fare la differenza sulla qualità del pane. Ce ne sono di tre tipi: quello di birra si presenta in cubetti e deve essere freschissimo perché costituito da ceppi di microorganismi vivi. Di solito è il più utilizzato per il pane fatto in casa.

Poi c’è quello secco (o chimico) che si presenta in granuli e si conserva più a lungo. E’ utilizzato per il pane che lievita durante la cottura.

Infine c’è il lievito madre, quello utilizzato dai panettieri. Con questo la lievitazione è più lunga ma il risultato resta senz’altro gratificante, permettendo di ottenere un prodotto fragrante e più duraturo.

Un altro elemento cruciale è l’umidità del forno. Durante la cottura deve essere sempre molto elevata. Per ottenerla basta versare un pentolino d’acqua in una leccarda inserita nel piano inferiore del forno durante il preriscaldamento. In questo modo, al momento di infornare il pane, all’interno si sarà già prodotto molto vapore, determinante per la crescita, la lucentezza e lo spessore della crosta.

Un aiuto in libreria

Per chi non ha ricette e neanche un amico panettiere che possa istruirlo sulle accortezze del mestiere, in libreria ci sono tantissimi manuali che trattano approfonditamente l’argomento e che possono dare un aiuto concreto a chi si accinge a realizzare il proprio pane in casa.

Quello che ti proponiamo si intitola “Pane. Dalla baguette alla focaccia”, redatto dall’inglese Linda Collister. Potrè esserti utile per approfondire la conoscenza sulle diverse tipologie di farine e lieviti e per avere un’illustrazione chiara (e fotografica) delle varie fasi di preparazione. Se ami la varietà e le tradizioni culinarie esotiche, troverai anche ricette per il pane di tutto il mondo. Dalle baguette alla focaccia, passando per tortillas e molto altro.

La macchina per il pane

Ti sembra tutto troppo complicato? Se sai già di non avere una grande pazienza e non hai voglia di impegnarti in probabili tentativi successivi, la soluzione c’è anche per te. Sono le macchine per il pane, utilissimi ed affidabili elettrodomestici che si occupano di tutto, dall’impasto alla cottura e permettono di avere il pane fresco in ogni momento della giornata.

“Pane Express” di Ariete è completamente automatica: basta inserire gli ingredienti essenziali (farina, acqua e lievito) più quelli scelti per insaporire con fantasia il tuo pane. Anche la doratura è programmabile secondo i propri gusti.

Autore: Ilaria Gentilucci


Share: